Le nostre rubriche

L’urlo delle sirene. Memorie e immagini di una città bombardata – Torino Palazzo Barolo B

ABBIAMO VISITATO PER VOI… “L’urlo delle sirene. Memorie e immagini di una città bombardata.” – Torino Palazzo Barolo

A cura di Giulia De Giorgi.

Fino all’8 giugno 2014, presso Palazzo Barolo – Torino. Attraverso centinaia di fotografie, oggetti e documenti, provenienti da collezioni pubbliche e private, la mostra offre un’immagine inedita di Torino, tra il 1940 e il 1945, a tratti irriconoscibile per le devastazioni subite.

All’interno delle storiche cantine di Palazzo Barolo e in alcuni ambienti del piano terreno, si snoda il racconto delle vicende che seguirono la dichiarazione di guerra da parte dell’Italia e che segnarono fortemente la città e la sua popolazione. Le fotografie dei bombardamenti, degli interventi e delle esercitazioni, in gran parte provenienti dal ricchissimo patrimonio dell’Archivio Storico dei Vigili del Fuoco di Torino, sono proposte a fianco di oggetti e documenti che consentono di avvicinarsi ancor più alla realtà di quegli anni. Alcuni video, con importanti testimonianze di chi visse in prima persona quelle esperienze, accompagnano il percorso, che si sviluppa cronologicamente con approfondimenti su differenti temi: l’importanza delle industrie torinesi, la vita quotidiana in tempo di guerra, la protezione del patrimonio storico-artistico, la costruzione e l’utilizzo dei rifugi antiaerei.

La resa attenta degli accadimenti storici permette di comprendere come i bombardamenti non risparmiassero nulla: non solo obiettivi strategici come industrie e stazioni ferroviarie, ma anche ospedali, chiese e interi quartieri abitati. Angoli e strade della città che percorriamo abitualmente sono talvolta riconoscibili solo grazie alle didascalie, lasciando anche intuire la rapidità delle ricostruzioni e il desiderio del ritorno ad un’esistenza vita normale. Le fotografie e i materiali relativi all’addestramento della popolazione civile, all’educazione nelle scuole, alla creazione degli orti comunali, al razionamento degli alimenti, aiutano a capire come la guerra entrasse prepotentemente e profondamente nella vita delle persone.

Il video di presentazione dell’esposizione: